Cheratocono | Vademecum | SOI Società oftalmologica italiana
Per il Medico Oculista
Per il Cittadino




 
Iscriviti a SOI

Visualizza le modalità di rinnovo della quota associativa...

Assistenza del Medico Anestesista

Elenco dei Centri Chirurgici che prevedono l'assunzione in carico del paziente da parte del medico anestesista (in aggiornamento)[scarica elenco]

Richiedi il Patrocinio SOI

SOI intende incoraggiare gli eventi che promuovano il benessere visivo nel paese. Per richiedere il Patrocinio SOI, è indispensabile presentare le proposte almeno 4 mesi prima dell'evento. [read more]

CERSOI
Certificazione Qualità

Specializzata nel settore oftalmologico, CERSOI certifica la qualità del medico oculista. [read more]

Il Sindacato ASMOOI

ASMOOI è l'Associazione Sindacale dei Medici Oculisti e Ortottisti italiani, nata per rappresentare gli interessi della categoria professionale degli oculisti e ortottisti.[read more]

INDEXOfta

Il portale degli eventi Oftalmologici Italiani[read more]



Cheratocono


Il Cheratocono (termine formato dalle due parole greche: KERATOS = Cornea e dalla parola KONOS = Cono) è una patologia corneale, non infiammatoria, caratterizzata dal progressivo assottigliamento, sfiancamento, e protrusione della cornea. Questi cambiamenti nella forma della cornea inducono progressive modifiche refrattive che si traducono generalmente nella comparsa di un astigmatismo irregolare, miopia e successivo graduale peggioramento dell’acuità visiva. E’ una patologia caratterizzata da un’insorgenza lenta e progressiva, che si manifesta generalmente durante la pubertà, anche se i primi segni possono presentarsi in qualsiasi fascia d’età.

Secondo alcuni Autori il sesso femminile sarebbe più frequentemente affetto da tale disordine.

Il Cheratocono è più frequente nella razza bianca e presenta nei paesi occidentali una prevalenza della malattia riportata in letteratura che varia grandemente secondo la popolazione esaminata, i test, ed i criteri diagnostici impiegati. La maggioranza degli studi riporta una prevalenza di 50-200 casi per 100.000 e un’incidenza di 1 caso per 10.000 abitanti.

Il Cheratocono è una malattia generalmente bilaterale; tuttavia, la gravità clinica del coinvolgimento è spesso asimmetrica. Segni e sintomi sono molto variabili e dipendono principalmente dalla severità della malattia e dalla localizzazione dell’apice del cono.

Prevedere la progressione e l’evoluzione di tale patologia rimane tuttora uno dei limiti della tecnologia attualmente a disposizione: spesso la progressione è molto lenta nel tempo, e trova un assestamento intorno ai 40-50 anni; in alcuni casi lo sfiancamento può essere talmente precoce e rapido da richiedere una terapia chirurgica anche prima della terza decade d’età.

[Leggi tutto l'articolo]