La visione dei colori: quando si e' daltonici | L'occhio e la Vista | SOI Società oftalmologica italiana
Per il Medico Oculista
Per il Cittadino




 
Iscriviti a SOI

Visualizza le modalità di rinnovo della quota associativa

Assistenza del Medico Anestesista

Elenco dei Centri Chirurgici che prevedono l'assunzione in carico del paziente da parte del medico anestesista (in aggiornamento)[scarica elenco]

Richiedi il Patrocinio SOI

SOI intende incoraggiare gli eventi che promuovano il benessere visivo nel paese. Per richiedere il Patrocinio SOI, è indispensabile presentare le proposte almeno 4 mesi prima dell'evento. [read more]

CERSOI
Certificazione Qualità

Specializzata nel settore oftalmologico, CERSOI certifica la qualità del medico oculista. [read more]

Il Sindacato ASMOOI

ASMOOI è l'Associazione Sindacale dei Medici Oculisti e Ortottisti italiani, nata per rappresentare gli interessi della categoria professionale degli oculisti e ortottisti.[read more]

INDEXOfta

Il portale degli eventi Oftalmologici Italiani[read more]



La visione dei colori: quando si e' daltonici


La percezione del mondo esterno non si realizza solo nella visione degli oggetti, ma, principalmente, nella percezione delle varie sfumature di colore che lo costituiscono. 

Ogni oggetto, presente in natura, contiene delle sostanze, dette fotosensibili, che quando irradiate dalla luce solare, o artificiale, emettono delle radiazioni elettromagnetiche che vengono percepite dalla retina. Nel meccanismo della visione dei colori  un ruolo cardine è svolto dai fotorecettori retinici, coni e bastoncelli, cellule sensibili alle radiazioni luminose. Nell’ambito dei fotorecettori retinici, i bastoncelli risultano insensibili ai colori e pertanto responsabili della visione scotopica (notturna). 

La percezione delle diverse lunghezze d’onda da parte della retina, e quindi delle radiazioni colorimetriche dello spettro del visibile, avviene, principalmente, per mezzo dei coni responsabili della visone fotopica (diurna). 

Essi vengono suddivisi in tre gruppi specifici, a seconda della lunghezza d’onda a cui sono sensibili: uno per il colore blu ( Tritan con picco di assorbenza a lunghezza d’ onda di 440 nm) presente in concentrazione minore rispetto agli altri, uno verde (Deutan con picco di assorbenza a lunghezza d’ onda di 535 nm) e infine un gruppo rosso ( Protan con picco di assorbenza a lunghezza d’ onda di 560 nm). 

Quando vengono stimolati tutti i gruppi contemporaneamente si avrà la percezione del colore bianco, mentre, quando vengono stimolati singoli o multipli gruppi di coni, con soppressione degli altri, si avrà la percezione dei colori con le loro relative sfumature. Le alterazioni della visione dei colori sono divise in acromatopsie e discromatopsie:


[Leggi Tutto l'articolo]