Il bulbo oculare | L'occhio e la Vista | SOI Società oftalmologica italiana
Per il Medico Oculista
Per il Cittadino






 
Iscriviti a SOI

Visualizza le modalità di rinnovo della quota associativa...

Assistenza del Medico Anestesista

Elenco dei Centri Chirurgici che prevedono l'assunzione in carico del paziente da parte del medico anestesista (in aggiornamento)[scarica elenco]

Richiedi il Patrocinio SOI

SOI intende incoraggiare gli eventi che promuovano il benessere visivo nel paese. Per richiedere il Patrocinio SOI, è indispensabile presentare le proposte almeno 4 mesi prima dell'evento. [read more]

CERSOI
Certificazione Qualità

Specializzata nel settore oftalmologico, CERSOI certifica la qualità del medico oculista. [read more]

Il Sindacato ASMOOI

ASMOOI è l'Associazione Sindacale dei Medici Oculisti e Ortottisti italiani, nata per rappresentare gli interessi della categoria professionale degli oculisti e ortottisti.[read more]

INDEXOfta

Il portale degli eventi Oftalmologici Italiani[read more]



Il bulbo oculare


Ha la forma di una sfera leggermente schiacciata dall’alto e dal basso ed è contenuto all’interno dell’orbita, occupandone la porzione anteriore. 

Il bulbo ha un peso di 7-8 grammi, un volume di 6000-7000 mm³, un asse anatomico antero-posteriore di 24,2 mm un diametro trasversale di 23,6 mm ed infine un diametro verticale di 23,2 mm.

All’esame esterno l’occhio presenta una sporgenza nel settore anteriore, dovuta al più piccolo raggio di curvatura della cornea nei confronti del resto del bulbo; nel settore posteriore presenta il punto di penetrazione del nervo ottico, ossia l’inizio delle vie ottiche che raggiungeranno la corteccia cerebrale.

E’ possibile distinguere due poli, uno anteriore corrispondente al centro della superficie corneale ed uno posteriore localizzato in un punto diametralmente opposto, sulla superficie posteriore della sclera, nell’intervallo tra l’emergenza del nervo ottico e la fovea centrale, più vicino a quest’ultima.

I due poli sono congiunti da un asse immaginario chiamato asse anatomico che coincide con l’asse ottico (linea ideale, che passando per il centro ottico raggiunge la fovea centrale). L’asse anatomico non coincide però con la linea visiva la quale rappresenta la linea che unisce la fovea centrale (zona dotata di maggior sensibilità morfoscopica) ed il punto nodale dell’occhio (centro ottico dell’occhio posto dinanzi alla superficie posteriore del cristallino).

I meridiani sono le circonferenze che passano per i due poli decorrendo sulla superficie del bulbo ed i piani che passano per il meridiano verticale ed orizzontale consentono di dividere l’occhio in 4 quadranti.

[Leggi Tutto l'articolo]